Bilancio di esercizio 2007

Agli Organi d’Informazione

Loro Sedi

 

Il Consiglio Generale dell’Asi, riunitosi oggi nella sede consortile di via Pozzillo a Caserta, ha approvato all’unanimità il Bilancio di esercizio 2007.

I lavori, coordinati dal Direttore dell’Ente, Carlo D’Andrea, sono stati introdotti dal Presidente Corrado Cipullo che ha colto l’occasione per illustrare al Consiglio l’attività svolta in questi mesi, con particolare riferimento ai quattro progetti pilota per  il rilancio e la  riqualificazione delle aree industriali, ormai in  fase di attuazione.

I progetti sono stati presentanti al pubblico ed agli operatori economici con  un  apposito spazio espositivo allestito al Polo della Qualità,  in occasione della recente visita del Capo dello Stato alla prestigiosa struttura.

“L’obiettivo – ha sottolineato ancora una volta Cipullo- è quello di portare i siti industriali ai livelli di eccellenza raggiunti dai suoi insediamenti produttivi, a cominciare proprio da Marcianise. Ma, anche, di dotare le aree Asi di un sistema di qualità dei servizi e delle infrastrutture che consenta di intercettare la domanda di nuovi insediamenti e, quindi, di nuovi investimenti produttivi.”

Accanto ai quattro progetti già avviati (Interconnessione, Restyling e recupero ambientale dell’Area di Marcianise, Sicurezza e Regolamentazione della Cartellonistica pubblicitaria) è stata avviata una nuova fase progettuale allargata alle altre aree industriali e collegata all’utilizzo dei fondi strutturali.

Il documento finanziario è stato, quindi, illustrato dal Dirigente del servizio, Pietro Santonastaso, che ne ha tracciato le linee essenziali, precisando che lo stesso è orientato principalmente nell’ottica di una gestione volta alla riduzione dei costi ed ad una maggiore attenzione ai ricavi di gestione e, quindi, alle entrate.

In particolare, dal punto di vista economico, il Valore della Produzione presenta un saldo pari ad Euro 8.824.000,00 che assieme alla gestione finanziaria positiva pari ad Euro 110.615,00 dovrebbe coprire i costi della produzione.

Dal lato finanziario, invece,  le entrate e le uscite si caratterizzano soprattutto per le somme destinate alle opere pubbliche già finanziate e in corso di finanziamento, le cui previsioni ammontano ad Euro 19.020.059, mentre le previsioni circa le entrate “tipiche” ammontano ad Euro 10.142.000 contro Euro 8.968.125 di uscite finanziarie.

Gli obbiettivi del Piano triennale sono stati invece illustrati dalla Dirigente del Settore, arch. Annalisa Capuano.

Il Programma è basato sulla necessità di individuare il più ampio territorio nel quale lo sviluppo degli Agglomerati Industriali deve inserirsi, senza timore di allargare lo sguardo dalla scala della Conurbazione adiacente al territorio all’area provinciale, regionale, nazionale ed internazionale.

Il Programma non cura il tema territoriale soltanto sotto l’aspetto quantitativo, come semplice definizione della vastità dell’area da interessare, ma bada ad esaminare le caratteristiche originarie dello stesso e a definire le sue potenziali linee di sviluppo e le infrastrutture necessarie.

Il programma per il triennio 2008-2010 prevede una serie di interventi volti al completamento delle infrastrutture già avviate ed alla predisposizione di tutte quelle iniziative in grado di fornire concrete risposte alle esigenze ed alle necessità degli operatori economici insediati, insedianti e da insediare.

L’obiettivo principale è quello di dotare gli Agglomerati industriali di tutte quelle infrastrutture necessarie ed indispensabili per una moderna industrializzazione in grado di contribuire e favorire lo sviluppo socio economico dell’intera Provincia di Caserta.

Caserta, 28..09.2007

0