Rilancio delle Aree industriali

Il presidente Piero Cappello ha partecipato ieri a Napoli ad una riunione dei responsabili dei cinque  Consorzi ASI  della Campania avente ad oggetto il rilancio delle Aree  industriali come soggetti attuatori delle politiche di sviluppo delle attività produttive nella nostra Regione.

La riunione è stata convocata e presieduta da Federico Lasco, nella doppia veste di Commissario dell’Asi di Napoli e di Coordinatore delle ASI campane su mandato della Presidenza della Giunta Regionale.

L’incontro di ieri ha sancito, di fatto, proprio  la costituzione di un ufficio di coordinamento che dovrà definire un piano di rilancio complessivo del ruolo dei Consorzi.

L’idea è quella di superare la logica localistica e di puntare alla creazione ad un sistema integrato delle Asi campane definendo insieme obiettivi, strategie e azioni, nell’ambito di un  programma comune che, pur tenendo conto delle specificità dei territori, recuperi una visione dello sviluppo su scala regionale.

I responsabili dei Consorzi delle 5 province campane hanno espresso grande apprezzamento per l’iniziativa della Regione che- come è stato sottolineato-  potrebbe essere la strada giusta per arrivare, finalmente, a definire quel nuovo modello di organizzazione e di azione delle Aree di sviluppo Industriale, da tutti auspicato.

Nel corso della riunione è stata definita una prima ipotesi di lavoro che parte dall’analisi della situazione attuale delle aree industriali, già effettuata da una struttura specializzata sulla scorta anche dei dati forniti dagli uffici consortili.

Il prossimo step sarà la presentazione entro metà febbraio, da parte dei singoli consorzi di un piano di rilancio relativo al proprio territorio, con lo scopo di ottenere un quadro esatto delle iniziative in  essere, delle attività di pianificazione, delle opportunità, ma anche delle difficoltà dei singoli ambiti consortili.

“Credo che abbiamo imboccato la strada giusta. – ha sottolineato con soddisfazione il presidente Cappello- Il rapporto sinergico con la Regione, costruito sulla scorta di un piano strategico condiviso, può essere la chiave giusta per superare le difficoltà in cui da tempo versano  le Asi della Campania e per avviare una nuova stagione di sviluppo delle aree industriali. Da questa collaborazione  mi aspetto risposte importanti anche per la soluzione di problemi annosi che riguardano l’Asi Caserta e che in larga parte investono proprio il rapporto con la Regione.”

Caserta, 23.01.2009

0